Resetta la tua Password

L'indirizzo email address associato al tuo account.

Perché registrarsi?

Anonimo. Pieno controllo delle tue rivelazioni

Anonimato garantito. Puoi aggiornare/modificare o cancellare i tuoi scritti quando vuoi.

Notifiche

Acconsenti di ricevere notifiche via mail su risposte alle tue rivelazioni.

Annunci

Vuoi mettere un annuncio su questo sito? Comincia con la registrazione.

Hai una storia HOT da confessare? Raccontaci tutti i particolari ...

*Campo nome opzionale. HTML non consentito, sarà salvato come testo normale.
Moderazione commenti On. Filtro oscenita' Off.

Sono qui per raccontarvi la mia esperienza sessuale con una bella signora sposata, ma a quanto pare poco fedele al marito.
Faccio il commesso in un negozio di alimentari, ho 30 anni e sono di bell’aspetto, almeno così dicono le ragazze, da un po’ di tempo avevo notato sorrisi strani da parte di una signora sulla quarantina, una di quelle milf seducenti che se ne vanno in giro con minigonna e tacchi in cerca di attenzioni.
Ebbene, le prime volte pensavo fossi io a fraintendere, poi una mattina ha pagato e insieme ai soldi mi ha lasciato un bigliettino, al suo interno stava scritto il suo numero.
Quel messaggio era al quanto eloquente, ho fatto passare giorni e non l’ho chiamata, poi si è presentata nuovamente al negozio, sembrava un po’ delusa ma non mi pareva intenzionata a mollare.
È venuta alla cassa e mi ha chiesto un prodotto finito sugli scaffali ma presente in magazzino, mi sono dovuto far sostituire da una collega e ho detto alla signora di seguirmi e attendere fuori la porta.
Stavo cercando tra gli scatoloni il prodotto richiesto quando sentii la porta aprirsi e poi chiedersi, lei era entrata, mi sorrise con malizia, si avvicinò, mi chiese del perché non l’avessi chiamata, stavo per rispondere ma fui bloccato dalla sua mano sul mio cazzo.
A quel punto mi lasciai andare, lei lo tirò fuori e lo lavorò subito di bocca, dovevo ammettere che la signora sapeva farci; l’ho attirata a me, le ho fatto uscire le tette fuori dal vestito e gliele ho leccate e succhiate per bene mentre la mia mano vagava sotto i suoi slip.
Abbiamo scopato su uno dei tanti cartoni del magazzino, l’ho fatta mia entrando con prepotenza nella sua intimità più volte e più volte ho dovuto tapparle la bocca per i troppi gemiti di piacere.
Quando abbiamo finito, ci siamo sistemati velocemente e siamo usciti, sapete, di lei non ho più avuto notizie però quella scopata non me la dimenticherò mai.


Your First Name is optional. All other fields are required. HTML not allowed & will be saved as plain text.
Comment Moderation is On. Profanity Filter is Off.

Raccontati — In Totale Anonimato.

Rimani aggiornato, Iscriviti alla nostra mailing list

Inserisci un indirizzo email su cui vuoi ricevere le notifiche.
Noi rispettiamo la privacy e il tuo indirizzo non verrà mai trasmesso a nessuno.